Attività (locali) e strategie di web marketing

Non sottovalutare la comunicazione digitale. Non sottovalutare il web marketing. Non “sminuire” il tuo fare impresa solo perché locale. Il paradosso è che un’attività locale trae moltissimi vantaggi da una buona comunicazione ed una strategia di web marketing. Il costo diventa investimento e come tale produce valore, fatturato, crescita.

Abbiamo già parlato in precedenza di attività locali online e della loro necessità di creare valore. In questo articolo vorrei affrontare il delicato problema delle attività (locali) e strategie di web marketing, ponte necessario per competere online e sviluppare la propria impresa in loco.

Come sempre, questo articolo deve essere letto come spunto di riflessione per te imprenditore, con lo scopo di offrirti un punto di vista diverso del fare impresa.

Partiamo da alcuni dati. Oggi in Veneto abbiamo il 69,3% di aziende che possono vantare una presenza online. Molte di queste aziende hanno un’attività passiva sul web e sfruttano poco o nulla i social media.

Ciò dimostra che ancora oggi, giugno 2017, il web viene visto come strumento non indispensabile per la propria attività. Scommettiamo che questi imprenditori sono gli stessi che si lamentano di non riuscire a reggere il mercato?

Ma, avere un sito web oggi, che vantaggi porta in un’impresa locale?

Un sito web è come un biglietto da visita, può avere una grafica incredibile e la miglior carta, ma se lo lascio nel portafogli risulterà solo un costo. Se, invece, lo condivido con gli altri, attraverso un’attività di pubbliche relazioni, forse qualcosa di buono porterà…non credi?

Quindi, solo un sito web non serve se non lo alimenti con le pubbliche relazioni, se non lo rendi interessante, se non gli dai vita. Per rendere interessante il tuo sito web e, quindi, la tua comunicazione, è necessario affidarsi a chi conosce la materia.

La comunicazione d’impresa è un investimento e come tale deve rendere.

Fare una buona comunicazione non deve necessariamente costare tanto. Il suo valore deve essere proporzionale ai suoi obiettivi. Spesso il problema maggiore è quello di non essere sufficientemente (in)formati ed essere vittime di sciacalli che approfittano della non conoscenza del cliente.

Come scegliere gli strumenti di comunicazione digitale?

Photo by Burst on Pexels.com

Come detto in precedenza, il sito non è l’unica piattaforma sulla quale concentrare l’attività di comunicazione. È bensì il punto di partenza di una buona strategia. Deve risultare dinamico, interattivo, interessante. Deve essere la vetrina della tua attività. Deve essere bello da vedere (l’occhio vuole la sua parte!) ma anche pieno di contenuti.

Poi, in base agli obiettivi posti e al pubblico a cui ci si riferisce, va studiato un piano di comunicazione sui social media (solo dove serve!). Fin qui può sembrare facile, ma ti assicuro che conosco aziende che “non investono” almeno 3000€ annui e non ricevono nemmeno questo servizio di partenza.

Non sottovalutare i social media!

Mesi fa mi arrivò all’orecchio che la pubblicità su Facebook non funziona, con testuali parole. Sicuramente non ci saranno regole scritte che garantiscono il successo, ma dipende da tanti fattori. Per tanto, mi limitai (tornando al non “funziona la pubblicità su Facebook”) ad alcune domande, tipo:

  1. Innanzitutto, usi un profilo o una pagina? Risposta: cosa cambia? Tanto non funziona! (mmm…)
  2. Scusa se insisto, ma la pubblicità ha filtri di età, limiti geografici, per quanto tempo in media mantieni una campagna? Risposta: è come si fa? LOL
  3. Ok…e secondo te perché non funziona? Risposta: ….

Spesso, si confonde l’uso personale di un social dall’utilizzo aziendale.

Esempio banalissimo ma che rende molto bene l’idea di promozione commerciale sui social media.

Chi non conosce Amazon?

Oggi è un colosso che investe milioni di dollari in pubblicità (su qualsiasi piattaforma) ma ai suoi albori si presentò alla massa soprattutto con un’intensa attività sui social network (Facebook su tutti). Ora, non tutti sono Amazon ma l’idea che voglio trasmettere è che oggi il cliente lo trovi e lo fidelizzi anche coi social media. I social media fungono da catalizzatore per le attività locali poiché tutti (ormai) hanno un loro profilo social attivo.

Geolocalizzare la propria attività sui social media.

Entri in un ristorante e accedi a Facebook (od Instagram o altre piattaforme), consumi il tuo pasto (pranzo o cena è indifferente) e magicamente dopo un po’ ti ritrovi pubblicità di quel locale sul tuo diario. Non dirmi che non ti capita! Bene. Ora, spiegare come funziona è molto complicato (questioni di complessi algoritmi). A te interessa sapere che puoi farlo anche tu (con la tua attività imprenditoriale) e devi capire come. Questo richiede studio, analisi, strategia…un professionista.

Il resto, ciò che viene, è tutta grazia…per te e la tua attività imprenditoriale! Quindi, non sottovalutare la comunicazione digitale. Non sottovalutare il web marketing. Non “sminuire” il tuo fare impresa solo perché locale. Il paradosso è che un’attività locale trae moltissimi vantaggi da una buona comunicazione ed una strategia di web marketing. Il costo diventa investimento e come tale produce valore, fatturato, crescita.

Lascia un commento