Social Media Manager: consulente di strategie di comunicazione digitale

Un buon social media manager deve conoscere come funzionano le digital pr, in che modo gestire le eventuali crisi scaturite dai follower, come pianificare e allocare i budget in advertising, le dinamiche di web reputation.

social media manager

Un buon social media manager deve conoscere come funzionano le digital pr, in che modo gestire le eventuali crisi scaturite dai follower, come pianificare e allocare i budget in advertising, le dinamiche di web reputation.

Perché ogni azienda dovrebbe affidarsi ad un professionista della comunicazione digitale

I social media rappresentano, soprattutto per le azienda, un canale di comunicazione da cui non si può prescindere per attivare una strategia efficace, economica e di buona resa.

La nuova generazione di clienti e di agenti si affida sempre più a smartphone e tablet per la loro facilità d’uso, la praticità e l’immediatezza nel ricevere informazioni. Si esce con amici per una cena e ci si informa sul web dove andare, quale serate organizzate ci sono in zona, cosa mangiare, che tipo di locale si cerca…diventa di fondamentale importanza la reputazione

social media icons
Photo by Pixabay on Pexels.com

I social media sono ormai punto di incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro, tra il consumatore ed il servizio clienti. Esserci non basta. È necessaria la qualità. 

Per ottenere risultati bisogna studiare i social media, è necessario affidarsi ad un professionista del settore: social media manager!

I social media sono un territorio non semplice, se gestiti male si ripercuotono contro e danneggiano la reputazione aziendale.

Leggi anche: Attività (locali) e strategie di web marketing

La comunicazione sui social media deve essere dinamica, bidirezionale, critica, quotidiana e deve ispirare curiosità. Esistono molti strumenti che ci aiutano a controllare i risultati che si possono ottenere, ma i contenuti bisogna crearli.

Il Social Media Manager: chi è e cosa fa.

Il social media manager è un individuo che gestisce i contenuti e le piattaforme social media di terzi, delineando la strategia, il tono di voce, la calendarizzazione, la pubblicità online e analizzando le performance numeriche. E’ colui che amministra l’intero ciclo di vita della comunicazione social dei brand, favorendo il raggiungimento dei risultati.

social media image

Il social media manager è il responsabile dei canali social ed è spesso il responsabile della community. In alcuni casi si occupa anche della creazione di campagne pubblicitarie sui social media, dell’analisi della social reputation e anche delle digital PR.

“La crisi economica è sempre un’opportunità di crescita ed evoluzione”

Il social media manager è una figura che cura la presenza di un progetto sui social media. I canali possono essere quelli di un’azienda, di una Pubblica Amministrazione o di una realtà no profit: il lavoro non è legato per forza al generare profitti direttamente, ma al raggiungere degli obiettivi che cambiano in base alla realtà in cui si opera.

Cosa aspettarsi da un Social Media Manager?

Il social media manager definisce un piano editoriale per ogni canale curando gli snodi che si trovano intorno all’azione. Questo significa che studia e crea i contenuti, ma lo fa dopo aver studiato il target e puntando verso obiettivi precisi.

Approfondimenti: Cosa Fa il Social Media Manager: Mansioni e Competenze

Il social media manager studia un piano per il cliente, individua i social adatti e sviluppa una strategia adeguata a una serie di elementi che influenzano il percorso. Quindi è un professionista con la visione d’insieme, con la capacità di inserire le proprie azioni in una strategia digitale., facendosi affiancare da altri professionisti specializzati (copywriter, social media strategist, community manager, etc). Detto in altre parole: il social media manager può creare, delegare e smistare.

Il Social Media Manager è il professionista digitale che si occupa di gestire i canali social, digital media e social network:

  • organizzare e portare a termine attività di diffusione di notizie,
  • creazione e gestione di un piano editoriale,
  • comunicazione del proprio Brand aziendale,
  • promozioni di prodotti,
  • advertising e analisi insight
  • servizi ed eventi
  • condivisione dei contenuti del blog aziendale e del sito (se attivi)

Lascia un commento