Smart working: tools per lavoratori agili

Il lavoro agile o smart working si sta diffondendo sempre di più nel nostro paese, non solo come semplice risposta ad una crisi lavorativa ma anche come cambio di attitudine verso il lavoro. Dopo aver visto benefici e vantaggi, andiamo a vedere quali sono gli strumenti o tools per lavoratori agili.

Certo, non tutti i lavori sono uguali e abbiamo bisogno di strumenti diversi e a volte di software personali per svolgere i nostri compiti. Di certo ci sono alcuni tools utili a tutti: per comunicare, per analizzare risultati e per condividere i progetti. Ecco dunque una lista dei migliori strumenti suddivisi per categoria!

Strumenti di comunicazione

La comunicazione è di certo una priorità per tutti gli smart workers. Ecco perché abbondano le app e i software desktop che permettono di interagire con i propri colleghi:

  • Skype: il classico per le comunicazioni e videochiamate. Immancabile.
  • Zoom: uno strumento utilissimo per le videoconferenze. Recentemente però ha avuto alcuni problemi di privacy, dunque è consigliato utilizzare una VPN per crittografare i propri dati.
  • GoToMeeting: meeting privati o conferenze dall’altra parte del mondo? Nessuno problema, c’è quest’utilissimo programma per chiamare o organizzare incontri virtuali.
  • Hangouts: poteva mancare una funzione di Google a riguardo? Certo che no!
  • Slack: molto più che una chat, Slack è un modo per creare canali, condividere file, e integrare diverse funzioni con più di 2000 app.

Gestione dei progetti

Seguire il workflow e gli obiettivi oltre a suddividere i compiti è un altro aspetto fondamentale dello smart working. Ecco alcune app che aiutano i lavoratori agili:

  • Asana: design minimale per un’app che vi permette di gestire il workflow dei vostri progetti
  • Trello: colorato e semplice da usare Trello vi permetterà di non perdere di vista i vostri obiettivi e scadenze.
  • SquidHub: calendario, elenco di attività condivise, archiviazione file e comunicazione con il team e con i clienti. Tutto in un’unica app.

Salvataggio e condivisione

Effettivamente avrete anche la necessità di salvare documenti e file e condividerli con i vostri colleghi. Ecco allora che arrivano tre tool classici per lavoratori agili. Tutti e tre i programmi permettono di lavorare in cloud, salvare documenti o qualunque tipo di file e condividerlo con gli altri membri del team:

Appunti

A volte abbiamo semplicemente necessità di prendere appunti e liste di cose da fare e portarceli appresso ovunque. Se siete stanchi di agende e post it ecco delle app che fanno per voi:

  • Google Keep: le possiamo chiamare le note di Google. Un modo semplice e immediato per salvare appunti e recuperarli in un baleno.
  • Todoist: promemoria, appunti, liste… e organizzazione!
  • Any.do: Un calendario colorato, schede promemoria e persino liste della spesa!
  • Evernote: molto più di un’app per prendere note. Infatti è possibile creare taccuini, chattare con i colleghi ed integrare l’app con Drive.

Tracciare il tempo

Lo smart working prevede anche una gestione diversa delle ore di lavoro. Il lavoro agile infatti si concentra sugli obiettivi piuttosto che sulle ore di lavoro. In ogni caso abbiamo bisogno di tenere traccia del tempo dedicato ai vari progetti, ecco dunque alcune app utili:

  • Toggl: purtroppo è a pagamento, ma è una delle app migliori per tenere traccia del tempo tra un progetto e l’altro e generare anche invoices. 
  • RescueTime: quest’app invece è incentrata sul tenere traccia del tempo in un’ottica di benessere. Imparate a dosare i tempi e a prendervi delle meritate pause. 
  • PayMo: controlla i temi, gestisci i tuoi progetti e naturalmente calcola i risultati e i pagamenti.

Lascia un commento